Vellutata di Porri e Patate

30 novembre 2017Cristiana
Blog post

Prep time: 15 minutes

Cook time: 25 minutes

Serves: 4

Come deve essere il mio piatto preferito? Caldo, morbido, saporito. Da sempre è stato così. Amo l’inverno proprio perché mi da la possibilità di mangiare piatti caldi. Un’amica l’altro giorno voleva “propinarmi” a tutti i costi un’insalata. Nulla da fare: d’inverno l’idea di mettere qualcosa di freddo sotto i denti proprio non mi attira. Questa vellutata mi ricorda la mia nonna e l’influenza francese della sua cucina con il burro che si sposa perfettamente con i porri.

E’ un piatto che, stranamente, piace anche ai bambini. Dico stranamente perché il porro ha un sapore deciso, ma alla fine racchiude una dolcezza che non disturba ed il tutto è “smorzato” dalle patate e dal latte.

Ringrazio Valentina per avermi regalato le sue foto. Piano piano ci arriverò anch’io! Spero

Con questa ricetta partecipo al contest di Una Famiglia in Cucina, Dimmi Cosa Mangi, e ti dirò chi sei.
Il contest è in collaborazione con la Snips, la nota marca italiana di prodotti
per la cucina e per la conservazione della freschezza degli alimenti, cotti e crudi.

Print Recipe

Vellutata di Porri e Patate

  • Prep time: 15 minutes
  • Cook time: 25 minutes
  • Total time: 40 minutes
  • Serves: 4

Un caldo piatto di vellutata è sempre quello che ci vuole, come conforto di corpo e spirito.

Ingredienti

  • 3 Porri grandi
  • 400 grammi di Patate
  • 600 ml di Brodo Vegetale
  • 400 ml di Latte
  • 40 grammi di Burro
  • Sale fino
  • Pepe nero di mulinello
  • Crostini di Pane

Preparazione

  • 1)

    Dopo aver pulito i porri (attenzione alla sabbia), eliminare la parte più verde e tagliarli a listarelle. Metterli in un tegame con il burro e lasciarli insaporire.
    Intanto sbucciare le patate, tagliarle a cubetti e aggiungerle ai porri. Coprire con il brodo e il latte, aggiustare di sale e pepe e lasciare sul fuoco per una mezzora coperto.
    Frullare e guarnire con fettine di porro fatte saltare in padella con un goccio d’olio.
    Avrei voluto aggiungere una spolverata di semi misti , tostati e sistemati a modino nella ciotola, ma li avevo lanciati il giorno prima ai merli in giardino, facendo pulizia in dispensa, e così ho servito la vellutata con crostini di pane abbrustoliti.

1 Comments

  • Giulietta

    30 novembre 2017 at 10:06

    Ahahahahahah…i semi ai merli, il giorno prima di fare questa saporita e calda vellutata. 🙂 🙂 🙂

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe Next Recipe