Pollo al curry rosso Thai

15 Dicembre 2018Cricchiadipao74
Blog post

Prep time: 1 hour

Cook time: 1 hour

Serves: 4 persone

Con le ricette ricche di spezie ormai vado sul sicuro consultando Valentina. Ne avesse sbagliata una: ogni cosa che esce dalle sue manine è un risultato garantito. Il curry rosso l’avevo provato una volta sola, d’ora in poi ha vinto un posto fisso in dispensa.

Ha un sapore tutto particolare, il massimo sarebbe imparare a farselo da soli. Un passo alla volta! Quello che mi preme, visto che ho deciso di dare una svolta al blog facendolo diventare totalmente carnivoro, è raccontarvi la storia del pollo usato in questa ricetta.

Per vivere felici bisogna essere “elastici” e sapersi adattare e di sicuro, posso avere tanti difetti, ma queste due qualità non mi mancano. Quando chiedo la ricetta a Valentina una delle prime cose che mi sottolinea è che il petto di pollo deve essere di un certo tipo. “Beh”- penso tra me-“se deve essere bello ruspante vado sul sicuro!”

In realtà Valentina intendeva ben altro. Per lei il top è il petto di pollo confezionato dell’Eurospin. Muoro. Ho quasi un mancamento. Con tutto che ho dato la mia faccia per pubblicizzare l’Eurospin (a mia insaputa:giuro!) non sono un’affezionata di questa catena.

Non per essere snob. Non mi è comodo come supermercato e poi da quando hanno girato la scena dell’occultamento di cadavere nella serie tv Gomorra proprio nell’Eurospin vicino casa mi è passata qualsiasi voglia. Fatto sta che andiamo in quello accanto a casa sua e procedo all’acquisto. In effetti è morbidissimo. A questo punto ho cercato di andare a fondo sull’origine. L’etichetta riporta che viene prodotto dall’Agricola Alimentare Italiana, che per i comuni mortali trattasi dell’ AIA. E’ una delle due aziende che controllano oltre il 70% della produzione del pollame in Italia. L’altra è l’Amadori. Vorrei raccontarvi come vengono allevati questi polli, ma non voglio farvi passare la voglia di mangiare quindi per oggi tralascio. Mica si può essere fiscali: la carne era stramorbida, quindi mi taccio.

Una volta ogni tanto non succede nulla!

Con questa ricetta partecipo al The Recipe-tionist di Flavia che proprio fino ad oggi ospita Vale.

Stampa la Ricetta

Pollo al curry rosso Thai

  • Prep time: 1 hour
  • Cook time: 1 hour
  • Total time: 2 hours
  • Serves: 4 persone

Ricetta "strepitosa": così è stata definita dalla famiglia. Di facile esecuzione e perfetta per riscaldarvi in queste fredde giornate.

Ingredienti

  • 500 g di petto pollo intero
  • 1-2 lattine di latte di cocco
  • 1 stelo di lemongrass
  • 4-5 cm di radice fresca di zenzero
  • 2 spicchi d'aglio
  • 4-5 cipollotti freschi
  • 1 peperone rosso grande
  • 4-5 foglie di basilico, non le avevo
  • 3 carote
  • 2 patate dolci
  • 1 lattina di cocco giovane, opzionale
  • coriandolo fresco
  • 1 lime
  • 1 cuore di palma, opzionale
  • 2 pannocchiette, opzionali
  • 2-3 cucchiai di curry rosso in pasta
  • sale fino

Procedimento

  • 1)

    La prima cosa da fare è prepararsi quella che gli chef veri chiamano “la linea”, ossia, tutti gli ingredienti pronti per come devono essere utilizzati. Perciò, iniziamo con le verdure.

    Sbucciare le carote, e tagliarle a fettine spesse 3 mm circa e poi in losanghe. Conservare in una ciotola con acqua fredda.

    Sbucciare i cipollotti, ridurre i gambi verdi intatti in tronchetti di 2/3 cm e tagliare ogni cipollotto vero e proprio in 4/6 spicchi.

    Sbucciare la patata dolce e ridurla in fettine e losanghe tali e quali a quelle fatte con le carote.

    Grattugiare la radice di zenzero, sbucciata, con gli spicchi di aglio, privati dell’anima verde interna, e creare una sorta di “crema” con i due ingredienti.

    Dividere a metà o in 3 parti lo stelo di lemongrass, eliminando uno o due strati di “buccia” esterna.

    Tagliare il peperone in piccoli pezzetti, possibilmente grandi quanto le losanghe di carota. Tagliare in piccoli dadini anche le pannocchiette di mais, e in anelli il cuore di palma.

    Scolare il cocco giovane dall’acqua di conservazione (sono delle piccole vele triangolari callose e morbide) e tagliarlo a julienne.

    Tagliare i petti di pollo in dadini di circa 2 cm.

    In una padella ampia, dai bordi alti (necessaria perché si preparerà tutto lì, e il contenuto sarà molto “brodoso”), far sciogliere l’olio di cocco, aggiungendo subito la pasta di aglio e zenzero e subito dopo i cipollotti (solo la parte bianca, per adesso) le patate dolci a losanghe e le carote. Lasciare che rosolino senza dorarsi per 5/6 minuti.

    Aggiungere a questo punto i dadini di pollo, un paio di pizzichi di sale fino, il lemongrass, il palmito e le pannocchiette e il peperone, e sempre mescolando, cuocere per circa 8/10 minuti, a fiamma media.

    A questo punto, aggiungere la pasta di curry rosso, facendola sciogliere mescolandola ai liquidi nella padella, ed il latte di cocco, le parti verdi del cipollotto ed il cocco giovane, aggiungere ancora un po’ di sale e abbassare la fiamma, lasciando cuocere, sobollendo, per circa 45 minuti.

    A questo punto unire il basilico e il coriandolo e continuare la cottura, regolando di sale e latte di cocco per smorzare il piccante, a seconda del vostro gusto e tolleranza della piccantezza.

    Servire con riso Jasmine cotto secondo i tempi indicati sulla confezione, e precedentemente lavato per 3 volte, prima di esser cotto. Se vi piace una spruzzatina finale di lime ci sta benissimo.

3 Comments

  • Valentina

    15 Dicembre 2018 at 17:58

    Ma quanto ti è venuto belloooooooo… mi dispiace che ieri mentre eravamo nel regno delle spezie e degli ingredienti orientali, mi sia dimenticata di farti prendere il cocco giovane che, seppur opzionale, a questo piatto conferisce se possibile ancora più gusto. E sono felicissima che anche con tua suocera abbia avuto questo successo! Mi fa piacerissimo. Per altro sono anche onorata di sapere che mi consideri un punto di riferimento per l’uso delle spezie. Per quanto riguarda Eurospin, sai che io ci prendo solo quel petto di pollo, sia per la sua morbidezza, sia perché anche se lo cuoci per quel tempo medio che di solito lo rende secco e stopposo, questo resta morbidissimo e regge alla perfezione anche le intere ore che ci vogliono per piatti tipo il White Murgh. Comunque hai preparato due piatto strepitosi per questo mese della mia vittoria al The Recipe-tionist, i miei due piatti etnici preferiti in assoluto 🙂

  • Elisa Baker

    16 Dicembre 2018 at 22:57

    In ritardissimo sulla tabella di marcia, arrivo anche io e beh… sicome ho deciso di seguire ancora con più attenzione la nuova svolta che stai dando al tuo blog io se mai troverò il curry rosso e proverò questa ricetta cercherò un pollo serio 😉 ahahahahah. Baci Flavia

  • Dauly

    1 Gennaio 2019 at 11:33

    Ciao, nell’esecuzione della ricetta mancano lime e patate dolci 😊

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta Precedente Prossima Ricetta