Mini lingotti al latte condensato

11 aprile 2018Cricchiadipao74
Blog post

Prep time: 30 minutes

Cook time: 15 minutes

Serves: 6 persone

Calories:

Per prima cosa aiutatemi a trovare un altro nome. Ho perso 10 minuti a cercare lo stampo con cui ho eseguito la ricetta, ma non c’è stato nulla da fare: mini lingotti? Mini plum cake? Mini savarin? Nun so.

Qui non pubblico, ma in cucina ci sto inchiodata e di Vale ho fatto le seguenti ricette: la pizza di Pasqua della Lazzari  (Paolo: “Oh, anche se odio le pizze al formaggio, questa è eccezionale!”), i panzerotti della nonna  (presi d’assalto dai bambini), i ragusani ( di cui non ho avuto neanche il tempo di far le foto: spazzolati. Anzi Vale: la pancetta dentro ci sta benissimo e il rotolone ha il suo perché. Mi spiego: visto che sono sempre a 2000 ne ho tagliati alcuni a rondelle e poi, per far prima, ho messo il salsiccione in uno stampo da ciambella) e il flat bread:  questo, a dire il vero, è quello venuto meno bene. Non ho la griglia da fornello da “faccio finta di essere perennemente a dieta”, ma quella elettrica e il peso della parte superiore non ha creato il giusto spessore, ma devo dire che sono un salvavita, soprattutto nel caso ci si dovesse scordare di comprare il pane. Ho finito? No: le sue ciambelline al latte condensato che ho deciso di pubblicare.

Di questa ricetta non ho modificato nulla, se non la forma e l’aggiunta di qualche fragola. Tutto questo semplicemente perché non avevo gli stampi da mini donuts. La resa è pazzesca, quindi ottima idea in previsione di un buffet, in più, all’interno di una scatola di latta si mantengono a lungo.

Ultima cosa. Perché non ho pubblicato le altre: perché le foto facevan veramente cagare, non che queste siano meglio.

Con questa ricetta partecipo al The Recipe-tionist di Flavia. 

Print Recipe

Mini lingotti al latte condensato

  • Prep time: 30 minutes
  • Cook time: 15 minutes
  • Total time: 45 minutes
  • Serves: 6 persone

Mini dolcetti super morbidi.

Ingredienti

  • 200 g latte condensato
  • 60 g burro fuso tiepido
  • 90 g farina 00
  • 2 uova
  • 1 bacca vaniglia, i semi
  • 1/2 bustina lievito per dolci
  • fragole
  • menta

Procedimento

  • 1)

    Accendete il forno a 180°C in modalità statica.

    Setacciate insieme la farina con il lievito e mettete da parte. In una ciotola montate le uova, unite il burro fuso poco per volta e continuate a montare, unite il latte condensato, la vaniglia e mescolate. Incorporate le  polveri e mescolate fino ad ottenere un composto fluido e omogeneo.

    Versate il composto nello stampo da mini donuts già imburrato e infarinato e cuocete per 15 minuti circa per le ciambelline, 30 minuti circa per lo stampo da ciambelle grandi (dipende da quale sceglierete di utilizzare).

    Fate raffreddare completamente prima di sformare i dolcetti. Decorate con fragole tagliate a brunoise e menta

2 Comments

  • Vale

    12 aprile 2018 at 9:57

    Ma… ma… ma… ma la bellezza???? Lo vogliamo dire? E diciamolo! Io credo innanzitutto, che lingotti sia il nome adatto a questa preparazione gioiello che hai fatto! Lingotti è il nome “tuo” perché poi vai a nominare savarin et alii che ti si scatena la Crusca e il Gotha dei food anthropologysts 😀
    Non conoscevo il commento di Paolo sulla pizza al formaggio di Paola Lazzari, ma mi fa troppo piacere, ma sapevo che la avevi fatta così come tutto il resto. Prossimo acquisto il microonde e la piastra di ghisa “famolomagro” per il flat bread 😀
    Ma questa versione del tutto nuova di quelle che nascevano come ciambelline, mi piace veramente tantissimo!!!
    Grazie Cri per esserci stata ancora!

  • Elisa Baker(Flavia)

    12 aprile 2018 at 10:01

    Benchè io sia consapevole della miniera e fonte inesauribile di ricette che sia il blog di Valentina, ne state tirando fuori di stupende… e ti dirò che anche il fatto che tu non abbia trovato lo stampo da donuts (ioceloooo ahahahah) ha dato ai tuoi lingotti un aspetto così elegante e davvero ad una cena o buffet ci si fa un figurone. Beh come ricetta con qualsiasi forma tu li presenti direi che anche da trasportare a qualche porta-party, tipo le scampagnate che si son sempre fatte negli ultimi 50 anni (anche di più, direi che già nel dopo guerra usava 😀 ), fanno una gran figura. L’aggiunta del colore delle fragole mi fa dire un WOW grande come una cattedrale… insomma io ho già una lista troppo lunga di ricette di VAle da rifare.
    Grazie Cri, peccato non ti fidi delle foto delle altre ..perchè con me andresti sul sicuro!!! BAci

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe