Gulash di Bruna Cipriani

15 Febbraio 2019Cricchiadipao74
Blog post

Prep time: 30 minutes

Cook time: 3 hours

Serves: 4 persone

Tra poche ore dovrei stare in aeroporto. Correggo: non dovrei, devo. Cosa mi manca da fare prima di partire? In primis scrivere il post, altrimenti scateno l’ira della mia personal coach: Valentina, colei che si smuove per farmi le foto pur di farmi pubblicare.

Poi devo provare il vestito per domani. Ho comprato il biglietto aereo a dicembre, so di questa festa dall’anno scorso, ho il vestito appeso in corridoio da mesi, ma non ho ancora affrontato la “prova”.

So di essere una donna sui generis, ma temo il momento. Ma tanto ormai ci sarebbe ben poco da fare: o la va o la spacca. Al massimo un pareo, bello colorato, legato in vita che fa tanto abito lungo hippie chic.

Poi: devo preparare qualcosa da lasciare alla famiglia per i pasti, farmi la ceretta, stirare qualche vestito, preparare la valigia, pensare a qualcosa da portare a Flavia e trovarlo, dar da mangiare alle galline e raccogliere le uova, fare analisi di gruppo ai cani in modo tale che non mi vadano in depressione scatenando strane dinamiche, poi doccia, togliere lo smalto che mi ha messo Cecilia con tanto amore, ma in cui l’amore non si vede per nulla, e spero macchina.

Ah: manca una lettera di addio. Perché per me le partenze senza famiglia sono un’esperienza traumatica. Ce la farò? Incrociamo le dita.

Per quanto riguarda la ricetta di oggi chiedo scusa per la mancanza dello gnocco, ma “nun gliel’ho fatta”. Ad essere sinceri volevo anche barare accompagnando la carne con i panini al vapore cinesi che avevo, ma poi la saggia Vale ha storto il naso ed ad un suo sguardo ho capito che non era il caso.

A casa mia il gulash veniva servito con degli gnocchetti di acqua e farina, che mi piacevano tantissimo. La prossima volta mi farò dare la ricetta dalla mia mamma. Non so quanto mangi piccante Pasqualina, ma la paprika in questo piatto si sente, e parecchio, quindi se non volete avere effetti devastanti (parlo di water, niente di insuperabile) il giorno dopo riducete le dosi o utilizzate la paprika dolce.

Una mia nota personale. Nelle ricette degli spezzatini o di preparazioni a base di carne in generale in cui viene richiesta una lunga cottura non affidatevi ai tempi precisi. Assaggiate: quando la carne è morbida e si sfalda il piatto è pronto. Questo lo dico perché i tagli di carne, se non specificati, possono richiedere cotture diverse anche a seconda di come vengono tagliati. Un consiglio giusto per avere sempre carne morbida nel piatto.

 

Con questa ricetta partecipo al The Recipe-tionist di Flavia

Stampa la Ricetta

Gulash di Bruna Cipriani

  • Prep time: 30 minutes
  • Cook time: 3 hours
  • Total time: 3 hours 30 minutes
  • Serves: 4 persone

Piatto a base di carne con un sapore deciso per riscaldarvi d'inverno

Ingredienti

  • 400 g cipolla, io dorata
  • 450 g polpa di manzo
  • farina di grano tenero 00
  • concentrato di pomodoro
  • burro
  • brodo di carne
  • paprika forte
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • zucchero

Procedimento

  • 1)

    In un tegame rosolate in olio la carne ridotta a dadini ( meglio rosolare separatamente i due alimenti per avere una rosolatura ottimale).

    Togliete la carne rosolata dal tegame e nello stesso fate stufare lentamente la cipolla tagliata a fettine sottili con un pizzico di zucchero per facilitarne la digestione.

    Unite la carne alle cipolle stufate, spolverizzate il soffritto con 2 cucchiaiate di farina, rigirando bene i pezzi di carne.

    Unite un litro di brodo, stemperando gli eventuali grumi.
    Aggiungete un cucchiaino di concentrato di pomodoro, abbondante paprica forte o dolce ( ½ barattolino Ducros, se usate quella dolce aggiungete un po’ di peperoncino), un pizzico di sale e fate bollire coperto, a fuoco basso fino a quando la carne non risulterà morbida.

2 Comments

  • Stefaniafornostar

    15 Febbraio 2019 at 13:27

    Felice di abbracciarti domani ❤️❤️❤️

    1. Cricchiadipao74

      15 Febbraio 2019 at 16:38

      Non vedo l’ora!!!!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta Precedente