Gallette du la reine

6 gennaio 2013Cricchiadipao74
Blog post

Prep time: 30 minutes

Cook time: 50 minutes

Serves: 8 persone

Calories:

Al solito: sul filo del rasoio!

Le ricette con cui volevo partecipare in realtà erano due, ma visto lo scarso successo ottenuto tra i familiari per la prima, ho deciso di saltare direttamente al dolce.

Questa ricetta ha un passato: la mia nonna cresciuta in un collegio francese prima e in un convento sempre francese poi, si è sempre sentita d’oltralpe…e questo dolce appartiene a quella tradizione natalizia…ma questa versione è stata messa appunto da me proprio per la Capra.

Ormai, chi mi segue conosce la mia passione insana per i contest.

Il collegamento è venuto perfetto: nonna finta francese, che sfornava Gallette du roi per le suore e i monaci, nonna praticamente vegetariana (…sarò sincera: non per scelta etica, ma esclusivamente perché non amava carne e pesce…), nonna morta a 93 anni in ottima forma, nonna cuoca eccezionale che mangiava cereali e verdure…tanta cioccolata e qualche wisketto…sempre magrissima…e antesignana dell’attenzione alla forma fisica…nonna che si è pesata fino all’ultimo giorno (“la pancia è così brutta da vedere!”)…nonna che ha fatto si che mia madre vivesse di complessi, per ritrovarsi a all’età che ha ancora a stare attenta perché ingrassare non è lecito…nonna che mi ha trasmesso un grande amore per la cucina e soprattutto la sensazione che nel cibo ci avesse visto giusto lei: prodotti sani, poche proteine (e vedrete che tra qualche giorno la mia socia ed io entreremo in conflitto….), quantità minime, cura del proprio corpo e della propria testa (ha letto fino alla fine, sapeva mandare gli sms, avrebbe voluto imparare ad usare internet…ed è morta 7 anni fa), curiosità sempre viva.

Avrei potuto dare altri, tanti, motivi per mangiare solo quello che nasce dalla terra…ma non posso convincere nessuno se io per prima, solo per gola, dopo un’astinenza di due anni ho ripreso a mangiar carne. C.

Print Recipe

Gallette du la reine

  • Prep time: 30 minutes
  • Cook time: 50 minutes
  • Total time: 1 hour 20 minutes
  • Serves: 8 persone

Ingredienti

Crema pasticcera vegan

  • 400 ml latte di soia
  • 100 g zucchero di canna
  • 100 g amido di mais
  • 1 bacca di vaniglia

Crema frangipane vegan

  • 60 g margarina
  • 150 g farina di mandorle
  • 100 g zucchero di canna
  • 4 cucchiai latte di soia
  • 2 rotoli pasta sfoglia

Procedimento

Per la crema pasticcera

  • 1)

    Preparare la crema pasticciera. Estrarre i semi di vaniglia dalla bacca. Mescolare  l’amido e lo zucchero aggiungendo lentamente il latte di soia. Attenzione all’eventuale formarsi di grumi. Aggiungere i semi della stecca di vaniglia e far sobbollire per qualche minuto. Quando la crema risulterà addensata, toglierla dal fornello e lasciarla raffreddare completamente.

Per la crema frangipane

  • 1)

    Far sciogliere la margarina. Una volta liquefatta aggiungervi la farina di mandorle e il latte di soia.

    Unire la crema pasticciera alla frangipane.

     

    Prendere un rotolo di pasta sfoglia, adagiarvi la crema con l’aiuto di una sac a poche, richiudere con l’altro rotolo. Esercitare una leggera pressione sui bordi, in modo tale da sigillare bene.  Lasciar riposare per 30 minuti.

    In forno a 180° per 35 minuti circa.

Note

La tradizione vuole che all’interno della torta venga nascosta una moneta…chi la trova mangiando diventa il Re della giornata…visto che di Capra si parla ho scelto un fagiolo del nostro orto…e speriamo bene nei denti delle nonne!!!!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe Next Recipe