Crostini Neri (Fegatini di Pollo Toscani)

15 febbraio 2018Cricchiadipao74
Blog post

Prep time: 20 minutes

Cook time: 45 minutes

Serves: 30 crostini

Calories:

Valentina: “Cristiana hai pubblicato?”

Io: “No”

E’ stato il mantra di questi ultimi giorni. Il problema vero è che mi scordo di avere un blog, mi scordo di inserire le vecchie ricette e ogni volta mi si stringe il cuore a leggere i post di quando avevo i bambini piccoli. Tanti aneddoti di cui avevo perso memoria, allora ripenso al senso di questo spazio. Un vero e proprio diario in cui si annotano ricordi. Il passaggio dal vecchio al nuovo mi fa perdere tutti i commenti e la sensazione è quella di perdere una piccola parte di tutto quello che è stato. 6 anni fa era l’epoca in cui i commenti si lasciavano ancora, in cui ci si conosceva in molte, in cui non c’era facebook e la ricetta eri obbligata ad andartela a vedere.

Il gioco di Flavia è bello per questo: ora che è tutto così veloce di da la possibilità di andare da blog amici, leggerteli e studiare bene le ricette.

Il blog di Sara l’ho spulciato per benino. Credo di aver scelto una ventina di ricette, per poi cambiare idea una ventina di volte. Alla fine, tanto per “sfidare” Stefania, ho scelto il paté di fegatini: cosa c’è di più infotografabile? Ma lei, al suo corso che ho frequentato a Roma,  è riuscita a rendere uno spettacolo anche questo.

Print Recipe

Crostini Neri (Fegatini di Pollo Toscani)

  • Prep time: 20 minutes
  • Cook time: 45 minutes
  • Total time: 1 hour 5 minutes
  • Serves: 30 crostini

Un classico della cucina toscana

Ingredienti

  • 1 cipolla rossa
  • 20 g olio extra vergine di oliva
  • 500 g fegatini di pollo
  • 50 g capperi sottoceto, ho usato quelli sotto sale, dopo averli dissalati
  • 3 foglie salvia
  • 15 aghi rosmarino
  • 1 bicchierino vin santo
  • 300 ml brodo di bollo
  • 30 g pasta d'acciughe
  • 50 g burro
  • pepe
  • sale

Procedimento

  • 1)

    Affettate finemente la cipolla, ponetela in una casseruola assieme all’olio e fate rosolare a fuoco basso per circa 15 minuti, fino a che la cipolla non sarà trasparente.

    Nel frattempo, sciacquate i fegatini di pollo sotto l’acqua corrente (se necessario, rimuovete i residui delle vescichette, ossia le macchie verdastre), divideteli in quattro parti ciascuno e poneteli nella casseruola; unite anche i capperi dissalati e la salvia ed il rosmarino sminuzzati, lasciate rosolare per una decina di minuti, quindi unite il vin santo e fate evaporare.

    A questo punto iniziate a versare il brodo di pollo a poco a poco (come fosse un risotto) e continuate la cottura a fuoco dolce ancora per una mezz’ora: la salsa dovrà risultare molto densa e corposa, quasi un paté, ed il brodo del tutto asciugato.

    Trascorso questo tempo trasferite il composto su di un ampio tagliere e tritate grossolanamente con la mezzaluna (se proprio non potete fare a meno di utilizzare il mixer, fate attenzione a frullare poco poco).

    A questo punto rimettete i fegatini nella casseruola e di nuovo sul fuoco, unite la pasta d’acciughe e il burro, macinate abbondante pepe e salate solo se necessario (assaggiate bene, spesso non ce n’è bisogno!); mescolate bene mantecando la salsa, quindi servite subito, a generose cucchiaiate, rigorosamente su del pane toscano appena scaldato.

    Potete preparare la salsa anche il giorno prima di consumarla: l’importante è riscaldarla bene sul fuoco prima di servirla sui crostini, aggiungendo un filo d’olio extravergine di oliva ed un paio di cucchiai di acqua tiepida.

Note

Non ho contato gli aghetti di rosmarino!!! 😀

6 Comments

  • Elisa Baker(Flavia)

    15 febbraio 2018 at 12:07

    Oh guarda intanto sono troppo contenta che questo mese tu sia riuscita ad esserci a THE RECIPE-TIONIST, poi sul blog ti capisco, in effetti era molto più bello qualche anno fa quando i blog erano qualcosa di così “casalingo” ed intimo.
    Ciò non toglie che comunque i nostri blog servono in sostanza proprio più a noi per annotare ricette che troveremmo anche al Polo Nord avendo una connessione, perchè io se le scrivo in un pezzetto di carta mentre le faccio … perdo tutto e mi dispiace. La foto anche se non l’hai fatta tu è bellissima e credo che da qui possa partire con un bello spunto per migliorare, dai che l’impegno c’è, tocca solo spronarci un pochetto, forzaaaaaaaaaaaaaaaaa. Un abbraccio Cri e un ringraziamento a Vale ahahahaahah

    1. Cricchiadipao74

      20 febbraio 2018 at 22:13

      Non sai quanti foglietti ho vaganti per casa: scrivo ricette ovunque. E si sono molto contenta anch’io di esserci questo mese!

  • Vale

    15 febbraio 2018 at 12:57

    Vorrà dire che ti pillotterò spessissimo, perchè tanto lo so che cucini e che foto hai fatto 😀 Se questo è il risultato e sigla il tuo rientro nel The Recipe-tionist, ebbene allora ti pillotto ancora più volentieri.
    Lo so solo io quanto temevi queste foto e invece Stefania con quanta naturalezza ha reso il patè un capolavoro. Assistere alla nascita di queste foto è stato entusiasmante, e deve essere davvero la spinta a migliorarsi, e magari a comprare il “tauto” luminoso e farlo diventare il 4° figlio 😀

    1. Cricchiadipao74

      20 febbraio 2018 at 22:12

      No: l’affarone per ora non lo compro, mi sa che intanto mi concedo un diffusore…ma soprattutto cerco di sforzarmi di fare qualche scatto! Tu pilottami quanto vuoi

  • Sarapixel

    15 febbraio 2018 at 15:43

    Allora, inizio dalla foto, che è bellissima nonostante il soggetto ben poco fotogenico, e quindi brava Stefania… Ma brava anche tu perchè la tua scelta è davvero azzeccata (se volevi colpirmi, ci sei riuscita eccome!!) e sono certa, conoscendoti un pochino, che non hai scelto i fegatini solo perchè fotograficamente erano una bella sfida 😛
    Ps. Sono maniacale, lo so, conto anche gli aghetti di rosmarino 😂😂😂 lascia fare!!
    Grazie di cuore Cristiana per questo tuo prezioso regalo… E menomale che la Vale ti ha rotto le balle fino alla fine! ❤

    1. Cricchiadipao74

      20 febbraio 2018 at 22:11

      Certo che non è stato solo per mettere in difficoltà Sytefania! E credimi: non avevo mai fatto i “crostini”. Ora tocca provare la ricetta della Perla 😀

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe Next Recipe