Bignè ripieni di pappa al pomodoro su crema di mozzarella di bufala

23 marzo 2015Cristiana
Se la Mediterranea Belfiore non fosse rappresentata da tre così belle donne e non avesse mandato la Cristina in avanscoperta avrei saltato a piè pari!
Sempre il solito problema acqua, ma non vi ammorbo più: promesso!!
Ho avuto modo di conoscere l’azienda quando entrai inaspettatamente in finale con il contest Dolce pomodoro. Ero talmente curiosa di conoscere il posto che feci una tirata di un giorno a Cecina, viaggio ripagato da una bellissima giornata in un posto meraviglioso con Loretta Fanella nella stanza accanto che preparava un dolce pazzesco.
Per questo contest avevo più di un’idea, poi mi è venuto un dubbio: la consistenza della pappa andava conservata? Ebbene si: bastava leggere meglio il regolamento!
Per la ricetta della pappa ho seguito i consigli di Giulietta ed è venuta come volevo. 
Per i pomodori ho usato i filetti della Mediterranea, lasciandoli con la buccia: a me piace sentirla sotto ai denti, ma è una questione di gusti. Eccoli qui. Cri
Ingredienti

Per la pappa.
580 g di filetti di pomodoro Mediterranea Belfiore
olio extra vergine di oliva
1 spicchio d’aglio fresco
1/2 peperoncino
3 fette di pane raffermo senza sale e senza crosta
sale
Per i bigné:

500 ml di acqua
187 g di burro
7 g di sale fino
250 g di farina di grano tenero 0
8 uova (ne ho usate 6)
Per la crema di mozzarella di bufala

250 g di mozzarella
latte intero q.b.
sale
Per decorare

basilico
olio extra vergine di oliva
salsa al pomodoro
Per la pappa. fate stufare l’aglio tagliato a rondelle assime al peperoncino ed un filo d’olio. Aggiungete i pomodori tagliati in pezzi, fate insaporire e completate con il pane tagliato in quadrotti. Fate cuocere a fuoco lento, aggiungendo acqua se necessario, per circa 1 ora. Salate. 
Per i bignè. On una pentola portate ad ebollizione l’acqua con il sale e il burro.
Togliete dal fuoco, aggiungete la farina setacciata, mescolate, riportate sul fuoco e far “asciugare” a fuoco vivo, fino a quando la pasta non si stacchi dal cucchiaio.
Togliere dal fuoco, trasferire nella planetaria con la foglia inserita e far girare. 
Aggiungete un uovo alla volta, aspettando che sia stato ben assorbito dall’impasto. Dovete ottenere un composto che si stacchi dalla ciotola, della consistenza di una crema densa.
Accendete il forno a 190°.
Trasferite il composto in una sac a poche e date forma a dei bignè su una pirofila rivestita da carta forno.
Fate cuocere fino a quando non daranno belli gonfi e dorati.
Per la crema di mozzarella di bufala. Frullate con l’aiuto di un minipimer la mozzarella con del latte intero fino ad ottenere la consistenza desiderata. Passate al setaccio.
Farcite i bignè con la pappa al pomodoro sempre con l’aiuto di una sac a poche.
Servite i bignè sulla crema di mozzarella. 
Decorate con delle gocce di basilico pestato al mortaio con l’olio extra vergine di oliva e con delle gocce di salsa al pomodoro.
P.S. I bignè delle foto in realtà sono dei Gougère al parmigiano…ma l’idea è che fossero dei bignè normali. Problemi di acqua. Troppo lungo da spiegare, ma per onestà lo dico.
Con questa ricetta partecipo al contest della Mediterranea Belfiore

0 Comments

  • Erica Di Paolo

    23 marzo 2015 at 10:45

    Beh, questo piatto è elegante, intenso e geniale come pochi! Mi piace da morire, complimenti davvero ^_^

  • Ila

    23 marzo 2015 at 14:05

    Cri, superbo, sei unica. Mi dispiace tanto per l'acqua 🙁 e nonostante tutto riesci a fare meraviglie.

  • Ely

    23 marzo 2015 at 16:52

    Un piatto così farebbe invidia anche ai ristoranti stellati *_* I miei complimenti, è perfetto!

  • Giulietta

    25 marzo 2015 at 2:45

    Grazie Cri, per avermi ricordata anche se i miei consigli per la realizzazione della pappa erano del tutto ufficiosi visto che non ho la ricetta nel blog. Questi bignè belli "cremosi", al sapore di pomodoro devono essere ottimi. Ora, sul filo di lana, vedo di arrivare anch'io con la mia versione 🙂 :-*

  • Cristina Galliti

    4 aprile 2015 at 11:28

    grande Cri!! sono contenta di averti spinto a partecipare sia la prima che la seconda volta e a quanto pare ci ho visto giusto 😉 brava!!!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post