Pacchero fritto con ricotta di bufala e alici alla menta

25 giugno 2014Cristiana
Oggi non posso non parlare dei Mondiali miseramente buttati al vento (per non dire altro).
Non parlo di questi, parlo dei miei, dei primi che ricordo: quelli dell’82.
Palinuro in campeggio con mamma e i fratelli.
Avevo 8 anni e ricordo tutto.
Ricordo il telo montato nello spiazzo, le seggiole di plastica allestite come se fossimo al cinema.
Ricordo mio fratello piccolo, aveva 4 anni, che per sua sfortuna decise di addormentarsi alla prima partita e fu costretto a dormire a tutte le altre…i rituali vanno rispettati!
Ricordo i giocatori, li ricordo tutti magri, sudati, tirati in volto.
Ricordo l’esaltazione di massa, la gioia.
Penso a ieri: mio figlio, sempre 8 anni, ad un certo punto è andato via, non ha voluto vedere la fine, gli veniva da piangere…beh, un po’ mi è dispiaciuto.
Son contenta che in un qualche modo possa aver vissuto una certa atmosfera nella partita precedente, che abbiamo visto giù al porto di Castellabate, Cilento.
All’intervallo le signore del posto hanno tirato fuori teglie con casatiello, pizza e taralli: le partite andrebbero viste sempre in quest’atmosfera tutta italica e…soprattutto andrebbero vinte!
Questi paccheri vengono da lì, li ho mangiati e ho provato a ripeterli. Ero convinta fosse molto più complicato, in realtà si possono riproporre tranquillamente.

Ingredienti (per 8 paccheri):

8 paccheri rigati
150 g di ricotta di bufala
10 alici
pangrattato
menta
1 uovo
sale
latte
olio extra vergine di oliva
Accendere il forno a 170 °C.
Disporre le alici pulite ed aperte in una piccola teglia da poter mettere in forno. Cospargerle con pangrattato e menta tritata. Aggiungere un filo d’olio e un pizzico di sale.
In forno per 15-20 minuti, fino a doratura del pangrattato.
Portare ad ebollizione dell’acqua salata, far cuocere i paccheri considerando qualche minuto in meno rispetto ai tempi di cottura (nel mio caso il tempo consigliato era di 15 minuti, li ho scolati ad 11).
Scolarli, condirli con poco olio e lasciarli raffreddare.
Nel frattempo riprendere le alici e con l’aiuto di una forchetta schiacciarle con metà della ricotta fino ad ottenere una crema. Aggiustare di sale.
In un altro piatto lavorare la ricotta rimasta con un goccio di latte ottenendo una crema liscia e senza grumi.
Riprendere i paccheri, disporli in verticale e, con l’aiuto di una sac a poche, riempirli con la crema di ricotta ed alici. Passarli nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato, ripetere la panatura e friggere in abbondante olio d’oliva.
Servire su uno strato di crema alla ricotta.
Con questa ricetta partecipo al contest di Sabrina.

0 Comments

  • Sabrina

    25 giugno 2014 at 11:43

    Miiiiiiiiiiiiiii, favolosi! Cavoli! Vieni su venerdì a farli se vinci? :))
    11 luglio 1982 stadio Dall'Ara, Torino ore 17 circa.
    Mick Jagger esce per il bis durante il concerto dei Rolling e dice in uno stentato italiano:
    questa sera, l'Italia vincerà 3-0, anzi no, 3-1
    Lo stadio si infiamma! Ma c'è anche qualcuno che si tocca scaramantico 😉
    Alla sera, mentre rientravamo in treno a Bologna, stanchi morti ma ancora eccitati dal concerto più bello della nostra vita, sentiamo: Cabrini a sbagliato un rigore! nooooooooooo
    Poi arriviamo che era già l'una passata e vediamo la nostra città post festeggiamento! Che meraviglia!
    Erano altri tempi, il calcio era ancora uno sport.
    Grazie bionda, un bacio

  • Sabrina

    25 giugno 2014 at 11:44

    a sbagliato senza l'acca è colpa dell'ipad. sgrunt! non si può vedere!

  • Sabrina

    25 giugno 2014 at 11:46

    e l'ho rifatto!
    ha sbagliato ha sbagliato ha sbagliato ha sbagliato ha sbagliato ha sbagliato
    basta non ne posso scrivere una paginata, devo lavorare 😉 baci

  • Viviana

    25 giugno 2014 at 13:19

    Che paccheri Cristiana!!! Come già detto su FB me li sarei mangiati a metà mattina…..figurati ora!!!
    No comment sulla partita…..che figura.
    I mondiali dell' 82 non li ricordo purtroppo, 3 anni da compiere sono troppo pochi! Ma è da allora che la TV non fa che ricordarli come i migliori, e quel Tardelli urlante mi sembra di averlo visto da sempre!!!! Bei ricordi…!!

  • poverimabelliebuoni/insalata mista

    25 giugno 2014 at 14:59

    ma non me li mandi per un'acciuga al giorno2? 🙂 STUPENDI!!!

  • Barbara Baccarini

    25 giugno 2014 at 15:47

    E che paccheri…giuro che ne mangerei uno anche adesso!!
    I mondiali…che tristezza!
    Dell'82 non ricordo nulla perchè avevo appena qualche mese di vita,ricordo bene però Italia 90 e i nomi dei grandi che hanno saputo contraddistinguersi tra tutti in tutti questi anni…alla faccia dei nuovi Balotelli e fratelli che di strada da fare per diventare dei veri campioni ne devono ancora fare parecchia!
    un abbraccio grande cara e scusa se passo poco!!

  • Giulia

    25 giugno 2014 at 17:28

    Wow! Questo piatto è bellissimo e i paccheri hanno una panatura perfetta! Vorrei provarli, ma so già che a me il ripieno scapperebbe da tutte le parti.

  • Michela Sassi

    25 giugno 2014 at 18:20

    Mi conquisti… che meraviglia!|!!!!
    Sappi che te la copierò!!!!
    Baci

  • Cristiana Beufalamode

    25 giugno 2014 at 22:53

    Ci avevo pensato: certo che te li mando!

  • Cristiana Beufalamode

    25 giugno 2014 at 22:55

    Anch'io ne ero sicura e ho quasi chiuso gli occhi quando li ho messi nell'olio: resistono alla perfezione!

  • Cristiana Beufalamode

    25 giugno 2014 at 22:57

    A senza acca…che fai: ti giustifichi pure? Ci potrei mettere le mani sul fuoco (a bioetanolo) che non ne sbagli una!!!
    Rolling Stones: domenica a Roma e non saperlo…e sentire il giorno dopo i racconti di mio fratello esaltato…rosico! cri

  • Cristiana Beufalamode

    25 giugno 2014 at 22:59

    …beh meglio non sapere nulla dei mondiali dell'82 e avere 5 anni in meno!! Un bacio cri

  • Cristiana Beufalamode

    25 giugno 2014 at 23:00

    Tu ancora più giovane: aiuto!!! Non ti devi assolutamente giustificare con me…che nei saluti sono una frana al 100%! Grazie mille un bacio cri

  • Cristiana Beufalamode

    25 giugno 2014 at 23:01

    Magari e quando sarà fammi sapere. bacio cri

  • Monica Giustina

    26 giugno 2014 at 9:26

    Che spettacolo!!
    Una ricetta super invitante e che non pare nemmeno troppo elaborata.
    Dovrei trovare gli ingredienti buoni e provarla perché mi ispira davvero tanto, sarà che i tuoi sono totalmente perfetti! Troppo brava!

  • Cristiana Beufalamode

    2 luglio 2014 at 23:37

    Provala e fammi sapere!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post