Ci si prepara al giovedì…gnocchi con verza e pesce spada

11 dicembre 2013Cristiana
Figli che cambiano, figli che si scoprono tifosi ed iniziano a sminuzzare le cosidette: 
– “Mamma: lo sai che Lorente è molto più grosso di Tevez ?”….
-“Mamma, mamma” (per inciso: sono le 19:00 di una lunga giornata, in preparazione un arista al latte, pasta e patate e minestrina per gli esseri…si, insomma, loro!)…
-“Dimmi amore” (tanto per: nella parola amore in realtà è sottinteso: “Perchè non vai a guardarti un bel cartone che qui tra poco prendo fuoco?”)
– “Guarda come ha tirato…guarda come è scivolato….guarda come ha fatto fallo”
…e tu lì mica puoi far finta di non vedere…
Si cena (loro), si va a letto (loro)…torna il marito…ma il piccolo essere non molla, sentito il padre decide che è con lui che vuole condividere il suo amore per il calcio e si ricomincia, fino a quando la sottoscritta non sbotta e lo elimina dal tavolo!
Mentre la cucina aspetta di esser riportata in condizioni umane, visto che oggi la lavastoviglie ha avuto la brillante idea di mollarmi sul campo (e mica si possono fare questi scherzetti con le feste in arrivo…), posto la volo questi gnocchi che ho mangiato qualche tempo fa in un ristorante di Santa Severa, “Pino a mare”…
Cosa c’è di meglio dello gnocco come comfort food:? Li amo fin da bambina per la loro morbidezza, per il richiamo a gesti familiari a cui rimandano, per la sensazione che ti lasciano sul palato…
buona notte Cri

Per gli gnocchi (ricetta dell’Artusi):

400 g patate
150 g di farina di grano tenero 0

Cuocere le patate al vapore. Spellarle e passarle allo schiacciapatate. Impastare con la farina fino ad ottenere un composto omogeneo, ricavare un cilindro e, con l’aiuto di un coltello, ottenere dei piccoli rettangoli. Spolverizzarli con farina e farli cuocere in acqua bollente salata. Saranno pronti nel momento in cui verranno a galla. Toglierli con un mestolo forato e adagiarli nel piatto di portata.

. 
Per il condimento:

300g di pesce spada in un’unica fetta
qualche foglia di verza
olio extra vergine di oliva
1 spicchio d’aglio
vino bianco
sale 
pepe rosa in grani
Lavare le foglie di verza, tagliarle a striscioline e farle cuocere in acqua bollente salata senza mettere il coperchio. Quando risulteranno morbide scolare e passare in un contenitore con acqua e ghiaccio per mantenere la brillantezza del verde.
Tagliare il pesce spada a cubetti e farlo saltare velocemente in padella con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio. Sfumare con un goccio di vino bianco. Aggiungere la verza scolata e far insaporire. Aggiungere gli gnocchi, aggiustare di sale e profumare col pepe rosa.
Con questa ricetta partecipo al contest de La cucina delle streghe

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post