E via con l’antipasto: sushi mal riuscito di castagne zucca e pioppini con fonduta di parmigiano

21 novembre 2013Cristiana
Come sono tronfia, come sono tronfia! 
L’MTC di questo mese mi aveva lasciato un po’ così…con un pizzico di amaro in bocca: a me l’idea di giocare con la ricetta piaceva e il fatto che mi avessero privato del mio divertimento mensile non mi andava giù…
Fortuna ha voluto che come ingrediente con cui mettersi alla prova sia stata scelta la castagna (che è uno dei sapori che più amo) altrimenti sarebbe stata veramente dura! 
Insomma signora Pici e Castagne: ti perdono…anche se so che la responsabilità non è completamente tua, ma della mente perversa che è dietro a tutto questo! 
E poi l’unica dote che possiedo è lo spirito di adattamento…e in questo caso non è stato affatto complicato. Fin dall’inizio ho deciso di stilare un intero menu, tanto per dar più lavoro alle giudichesse, il menu l’ho fatto…ma partecipo “solo” (!) con tre…quelle nate dalla mia testolina…buon lavoro! Cri
P.S. Perché son tronfia? Perché di una sono veramente soddisfatta!

Sushi di castagne, zucca e pioppini

4 foglie di verza
300 g di castagne già lessate e sgusciate
350 g di zucca butternut (quella a forma di pera)
125 g di funghi pioppini
1 spicchio d’aglio
1 piccola cipolla rossa
una noce di burro
olio extra vergine d’oliva
sale
Portare dell’acqua a bollore. Pulire le foglie di verza e aggiungerle all’acqua bollente fino a quando la costa centrale non si sarà ammorbidita.
Scolarle  e metterle in una ciotola con acqua fredda affinché mantengano il colore brillante.
Asciugarle e privarle dell’ultima parte di costa (quella più dura).
Le castagne le ho pulite dopo averle fatte cuocere in acqua bollente per circa 30 minuti, dopo averle incise orizzontalmente. Non ho dato un peso iniziale perché molte le ho dovute scartare in quanto rovinate.
Dopo averle pulite passarle con lo schiaccia patate, aggiungervi una noce di burro e amalgamarle in modo tale da formare una purea.
Tritare la cipolla e la zucca. Far soffriggere la prima con un filo d’olio e dopo pochi minuti aggiungervi la zucca. Far stufare per circa 15 minuti. Salare e passare al mixer.
Pulire velocemente sotto l’acqua (in modo tale da non farli imbibire)  i funghi pioppini. Soffriggere leggermente lo spicchio d’aglio incamiciato con dell’olio d’oliva, aggiungervi i funghi e lasciar cuocere per una decina di minuti. Salare. Toglierli dal fuoco e tritarli grossolanamente con un coltello.
Assemblare.
Stendere un foglio di carta forno, posizionarvi la verza in modo tale da formare un rettangolo. Distribuirvi sopra il purè di castagne, poi quello di zucca e per ultimi i pioppini tritati.
Arrotolare e richiudere. Lasciar riposare in frigorifero per qualche ora (nel mio caso tutta la notte).
Per la fonduta di parmigiano:

50 g di parmigiano reggiano
100 ml di panna liquida
Far sciogliere a bagnomaria il parmigiano grattugiato con la panna.
Prima di servire tagliare il rotolo in fette, scaldarlo in forno a 170° per 15 minuti e affiancare la fonduta.
Con questa ricetta partecipo all’MTC di novembre.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post