Pane alle albicocche e cioccolato di Paul Hollywood

7 novembre 2013Cristiana
Scoprirsi  “tignosi” in età avanzata mi fa molto strano! Sono una che tendenzialmente “molla”: mi stufo, cambio idea, mi annoia il riprovare…potere del blog sto cambiando…almeno in cucina!
Non so neanche perché tra le tante ricette del libro di Paul Hollywood abbia scelto questa…probabilmente perché dovevo smaltire delle albicocche secche (il processo mentale che mi porta a cucinare nasce spesso dal dover usare ingredienti in scadenza!). 
Mi metto al lavoro, ma ovviamente decido di aggiustare le cose a modo mio: il lievito liquido non ce l’ho e allora adatto le dosi della farina al mio lievito madre…se sono elastica su questo punto, invece seguo alla lettera le indicazioni sul tempo di lievitazione (5 ore più 13 ore), scordandomi delle differenti latitudini e delle conseguenti differenze climatiche. Attenzione nulla alla farina che uso.
Pubblico su facebook, visto il disastro ottenuto, le mie perplessità e subito mi vengono fatti notare, giustamente, questi errori…ma soprattutto inizio un colloquio virtulae con Teresa De Masi che mi fa scoprire un mondo parallelo: il mondo della farina! 
Si perché la sottoscritta era ferma alla farina di grano tenero 0 o 00, al massimo potevo arrivare alla manitoba…dalla chattata con Teresa son passata allo studio virtuale e, anche se c’è ancora tanto da imparare, almeno inizio ad avere una visione più ampia.
Decido di riprovare la ricetta e così ho trasformato parte della mia PM solida in licoli grazie ai post di Cranberry , di Anna e di Izn….e ora passo a descrivervi il tutto…che è meglio!
Ah, tanto per: ottimo risultato! Cri 

Rinfreschi del licoli:

1° Sono partita da 30 g di licoli a cui ho aggiunto 39 ml di acqua, ho miscelato e poi ho aggiunto 30 g di farina di forza manitoba. Ho girato col cucchiaio, coperto e lasciato riposare per 8 ore. Ho ottenuto 100 g di licoli.
2° Ho aggiunto ai 100g di lievito 130 ml di acqua e 100 g di farina di forza. Di nuovo ho amalgamato il tutto e lasciato riposare per 8 ore. Ho ottenuto circa 220 g di licoli.
Poolish. Ho miscelato il licoli ottenuto con 220 ml di acqua e 220 g di farina di forza (manitoba), coperto e lasciato riposare per 8 ore. A questo punto avevo 500 g di lievito liquido.

Ingredienti:

750 d di farina forte (ho usato una W 330-360)
500 g di lievito liquido
15 g di sale
250 g di cioccolato fondente tritato grossolanamente
300 g di albicocche secche
350-450 ml di acqua tiepida
olio d’oliva per lavorare

In un’ampia ciotola mettere la farina, il lievito, il sale, il cioccolato e le albicocche. 
Aggiungere 350 ml di acqua ed iniziare a lavorare con le mani, aggiungendo altra acqua ove fosse necessario. Lavorare fino ad ottenere un composto soffice ed omogeneo. Rovesciare l’impasto sulla spianatoia unta leggermente con l’olio d’oliva ed iniziare ad impastare con la tecnica dello stretch and fold per 5-10 minuti.
Trasferire l’impasto in una ciotola unta, chiudere in un sacchetto di plastica e lasciar riposare fino al raddoppio. Riprendere l’impasto e, sulla spianatoia infarinata, suddividerlo in due, lavorarlo velocemente e delicatamente per far fuoriuscire tutta l’aria. Infarinare un telo, posizionato su una teglia da forno,  e disporvi le due pagnotte. Chiudere in un sacchetto di plastica e lasciar riposare fino al raddoppio. 
Preriscaldare il forno a 200 °C. Trasferire le pagnotte su una teglia rivestita di carta forno, infarinare delicatamente la superficie e con l’aiuto di un coltelo ottenere delle losanghe. In fono per circa 35 minuti.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Oggi pane e salame domani….
…e a Colors and Food di novembre 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post