Vegan burger per il vegetal monday

30 settembre 2013Cristiana
Ieri hai fornelli non mi sono applicata e il risultato è stato un pranzo veramente poco degno di nota…ma va bene così: pace…anche le food blogger possono sbagliare!! Ci sono giornate in cui già in corso di preparazione ti rendi conto che qualcosa non va, ma prosegui imperterrita proprio perché  per una volta pensi che non è importante, in cui preferisci non stancarti né stressarti ma goderti la giornata…è andata così e rimedierò la prossima volta! 
In cosa ho toppato? Una pasta e fagioli fatta a quattro mani (mai dividere il lavoro iniziato con altri!) in cui la pasta si è scotta assumendo l’aspetto “pastone da cani”…un secondo che doveva essere un hot pot e che sarebbe stato perfetto servito in una mensa di un ospizio! Sui dolci, invece, alla grande!
Di mio c’erano la caprese, la crostata e un crumble (quando si sta a dieta e si mangia solo la domenica ci si fa prendere un po’ la mano!) e da parte degli ospiti (a cui non era stato richiesto: non sono psicologicamente deviata!): cannoli siciliani, cassatine e crostata con crema e fragoline di bosco…ovviamente sfondo totale e alkaseltzer prima di andare a dormire! Oggi era previsto un digiuno, ma come sempre mi capita dopo un giorno di abbuffate ho più fame del solito e così sono andata sul leggero con un hamburger di melanzane che (potere dell’illusione!) è stato divorato dai piccoli mostri! Notte cri


Per il pane tipo “arabo” (vedi qui):

150 g di farina manitoba

150 g di farina di grano tenero 00
190 ml di acqua 
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 cucchiaino di sale
120 g di lievito madre
1 cucchiaio d’olio d’oliva extra vergine d’oliva

Oggi sono andata di Bimby! 
Inserire nel boccale il lievito con lo zucchero e l’acqua far andare per 1 minuto a 37°C a velocità 2. Aggiungere il sale e le farine far andare a Spiga per 6 minuti. Trasferire il panetto in una ciotola unta d’olio, farvi un taglio a croce sulla superficie e lasciare riposare fino al raddoppio.
Riprendere l’impasto dividerlo in 6 parti e con  l’aiuto di un matterello ricavare dei dischi. Appoggiarli su una teglia rivestita da carta forno, coprire con un telo e lasciare riposare tutta la notte. 
La mattina dopo accendere il forno a 200°C e far cuocere per 10 minuti.

Per gli hamburger di melanzana:

3 melanzane

2 cucchiani di tahina
6 cucchiai di pan grattato
basilico
sale
fiocchi d’avena
sesamo
olio extra vergine d’oliva

Tagliare le melanzane a cubetti, inserirle nel cestello per la cottura a vapore e farle cuocere per circa 20 minuti (fino a quando saranno morbide). Passare al mixer 5-6 foglie di basilico, aggiungere le melanzane, la tahina e il pangrattato (se il composto dovesse risultare troppo morbido aggiungerne altro). Lasciare riposare in frigorifero per circa un’ora. Ricavare degli hamburger, passarli nei fiocchi d’avena e nei semi di sesamo e farli dorare in una padella con un filo d’olio d’oliva.

Servire gli hamburger all’interno del panino con insalata, pomodori e carote grattugiate. Accompagnare eventualmente con della senape di Digione.


Con questa ricetta partecipo alla raccolta della Capra


Con esta receta participo en el  Reto de Septiembre de Cocineros de Mundo en Google+ en el apartado de Salado.

Cocineros de Mundo

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post