Cake è…leggi un post e nasce una merenda

15 settembre 2013Cristiana
Qualche giorno fa ho letto il post di Rossdibi e accolta la sfida ho pensato di dare il mio piccolo contributo.
L’idea nasce dalla presentazione di un libro, Cake. La cultura del dessert tra tradizione Araba e Occidente, libro nato per caso tra i banchi di un charity shop.
Scovato un vecchio quaderno di ricette, Manuela de Leonardis ha deciso di trasformarlo in libro.
Il ricavato delle vendite andrà a Bait al Karama , Casa della Dignità, una cooperativa di donne palestinesi il cui obiettivo è trovare nuovi posti di lavoro per le donne nella città di Nablus. 
Ho pensato a quelle donne, alla difficoltà che incontrano per portare avanti un progetto…perché se è difficile qui, non ho idea di quanto lo sia lì…alle battaglie combattute per ottenere anche un solo passo avanti. 
La cucina, il cucinare, è spesso un mezzo per avvicinare chi è estraneo a noi e così, per sentirmi più vicina a loro laggiù vi lascio la mia interpretazione della Cake! Notte cri
6 uova
300 g di burro a temperatura ambiente
400 g di zucchero
400g di farina
2 cucchiai di lievito in polvere
120 g di cioccolato fondente sciolto a bagnomaria
2 tazze di uvetta ammollata in acqua tiepida
frutta secca
Per le pere sciroppate:

6 pere tipo William
300 g di zucchero
800 ml acqua
Preparare le pere. Portare ad ebollizione l’acqua con lo zucchero. Nel frattempo sbucciare le pere, lasciandole intere, eliminando solo una piccola fettina alla base in modo tale da farle tenere in piedi da sole. Aggiungerle allo sciroppo e lasciar bollire per circa 15 minuti.
Preparare la cake. Sbattere, con l’aiuto di una frusta,  il burro con lo zucchero. Una volta ottenuta una crema aggiungere un uovo alla volta. Unire al composto il cioccolato fuso, la farina setacciata insieme al lievito e la frutta secca (nel mio caso noci e nocciole) con l’uvetta.
Imburrare una teglia e versarvi il composto. Togliere le pere dallo sciroppo ed inserirle all’interno della teglia. Mettere in forno a 170 °C per circa 1h e mezza (fare la prova stecchino).


Con questa ricetta partecipo al contest di Machetiseimangiato.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post