….no: ma poteresti preparare….invece mafaldine al pesto di primavera…

3 giugno 2013Cristiana
Ogni volta che invito gente si ripete il solito siparietto…
Preparo il mio bel menu con allegata lista della spesa, che immancabilmente viene lasciata a casa (vorrei essere una donna precisa, ma la natura per me ha deciso altro), inizio a cucinare ( di solito sempre in notturna) e mio marito con aria vaga si appropinqua…mi guarda…prende qualcosa da mangiare e poi, con l’aria più innocente possibile, se ne esce con:
“Cosa prevede il menu per domani?”
Risposta, con tutta la dolcezza che è in me (poca…moooolto poca): ” Questo, quest’altro e quest’altro ancora…”.
Lui: “Ah” (nel senso di “Ah :peccato!)
Io (con l’insofferenza che monta): “Avevi voglia di altro?”
Lui: “No…ma potresti fare una pasta con due pomodori e un pò di cozze…” (sempre loro).
Io: ” Mi dispiace tesoro ma in realtà ho già iniziato a cucinare, ho fatto la spesa…”( tutto con un tono piuttosto acido)
Lui: “Allora perchè me lo chiedi?”…e se ne va offeso…e, a dirla tutta, non fa una piega…
Sostiene che la mia cucina sia troppo femminile…ma, io, femmina sono: che posso farci??? Cri 
  

Ricetta “rubata” da Sale e Pepe di maggio con qualche modifica.

600 g di pasta tipo “mafalde”
300 g di zucchine romanesche (la versione originale prevedeva quelle novelle piccoline)
40 g di pistacchi
25 g di parmigiano reggiano
un mazzetto di basilico
1 cucchiaio di curcuma (la versione originale prevedeva lo zafferano)
sale
olio d’oliva

Avendo dell zucchine di dimensioni piuttosto grandi le ho fatte cuocere al vapore per 4-5 minuti.
Poi le ho passate nel mixer con i pistacchi, il parmigiano, la curcuma e il basilico.
Aggiungere lentamente circa 6 cucchiai d’olio fino ad ottenere un pesto omogeneo. Aggiustare di sale.
Portare a bollorela pasta, cuocerela al dente e condire col pesto. Guarinire col basilico e i pistacchi in granella (non ho fatto in tempo e li ho lasciati interi…).
Per me non stonerebbe un pò di scorza di limone grattugiata.
Con questa ricetta avrei voluto partecipare alla raccolta de La cucina della Capra ma anche questa volta ho sbagliato su un ingrediente: il parmigiano! Chiedo venia a tutti i vegani…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post