Tahini bread

23 aprile 2013Cristiana
Tra le varie scorte alimentari ho un vasetto di tahin in frigo da un bel po’ di tempo e per trovargli una giusta collocazione sono andata alla ricerca di questo pane mangiato anni fa sulla terrazza di un bed and breakfast in Turchia, con affaccio su un lago meraviglioso (di cui ovviamente ho scordato il nome)…mi ricordo solo questa colazione condivisa con una ragazza israeliana appena reduce dal servizio militare obbligatorio, che aveva deciso di prendersi un anno di stop in giro per il mondo…ricordo il pane (e come ti sbagli), gli occhi verdi e luminosi di lei, il lago dalle fattezze alpine e il mercato delle tribù locali sullo sfondo…buona giornata C.
La ricetta l’ho presa qui, queste le conversioni in grammi:
900g di farina manitoba
200g di pasta madre rinfrescata tre volte (nell’originale 1 bustina di lievito di birra granulare)*
250 ml di latte
80 ml di olio d’oliva
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di zucchero
acqua
* la PM la rinfresco tre volte perché la mia sta chiusa in frigo per 5 giorni…potendo, per questioni di tempo, panificare solo di weekend! Ovviamente se il vostro uso è più frequente non è necessario…
Per la farcia:
120 g di tahin
120 ml di olio d’oliva
250 g zucchero
Per l’esterno:
1 tuorlo
un po’ di latte
semi di sesamo
Scaldate il latte e farvi sciogliere il lievito. Aggiungere la farina, l’olio, lo zucchero e il sale. Far lievitare fino al raddoppio.
…di qui in avanti faccio la pigra e vi rimando a l’originale dove c’è il passo passo sicuramente più chiaro di me…
Comunque bisogna formare 12 palline, stenderle e mettervi al centro un impasto formato da olio, zucchero e tahin; richiudere ed arrotolare. Spennellare con tuorlo e latte e cospargervi dei semi di sesamo.
In forno a 180° per 25 minuti circa.
Con questa ricetta partecipo al contest di L’ennesimo blog di cucina

…e alla raccolta …indovina chi viene a cena?

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post