Treccia pasquale

25 marzo 2013Cristiana
Oggi lunedì. E cosa si fa normalmente di lunedì, oltre a riprendere la normale routine settimanale? 
Ci si mette a dieta…nel mio caso di dieta non si può parlare, visto che il mio unico tentativo è quello di cercar di mangiare poco-poco di meno…e cosa succede il primo lunedì dopo mesi in cui ho deciso di provare a stare un tantino attenta?
Mi torna il marito con un Babà di proporzioni apocalittiche appena arrivato da Caserta….fatto su commissione per lui (noi)…con la bottiglietta di liquore come accompagnatore…
…e cosa si fa con un Babà appena arrivato a trovarti, senza che neanche abbia avuto il tempo di spruzzarzi il suo profumo (che sì: è buono, ma vuoi mettere senza….)?
Lo si mangia…così, tra una chiacchiera e un’altra, una fettina a lui e una a te….fettine sempre più sottili, ché va pareggiato: mica lo si può lasciare in disordine…e così il Babà finisce tutto “dintro ‘o culo” e buonanotte al secchio! C.

Cosa serve:

550g farina
250ml latte
50ml olio
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito di birra granulare
1 cucchiaio di curcuma
1 uovo
100g speck a dadini
100g provola
Per spennellare: 1 tuorlo e 1/2 bicchiere di latte
Far sciogliere il lievito nel latte tiepido. Aggiungere l’olio, le uova e lo zucchero. Mischiare con una forchetta.
Unire la farina, la curcuma e un pizzico di sale.
Impastare fino ad ottenere un impasto elastico. Far riposare in una ciotola coperto con pellicola fino al raddoppio 
Aggiungere lo speck e la provola tagliata a cubetti. Impastare nuovamente e dividere la pasta in pezzetti. 
Accendere il forno a 180°.
Ottenere dei cordoncini con cui poi andrà realizzata una treccia, chiuderla a corona e mettervi al centro un vasetto. Spennellare con il tuorlo sbattuto nel latte e infornare per circa 30 minuti.

Con questa ricetta partecipo al contest di Colors and Food

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post